logo DOM per LAMINARIE

  • Home
  • Le ferriere di Efesto

Le ferriere di Efesto

 

 

La guerra non è mai bella, ma i guerrieri a volte sono belli, bellissimi e terribili.

 


Crediti

teatro per i bambini – dai 5 anni

di Febo Del Zozzo e Bruna Gambarelli
con Febo Del Zozzo, Sara Gambarelli, Alice Padovani, Federica Rocchi
voci Alfredo Provenzali, Sara Gambarelli, Ivo Lenzi
suoni Febo Del Zozzo, Andrea Martignoni
video Lino Greco
testi Bruna Gambarelli
allestimento Febo Del Zozzo
tecnico Marco Plantamura
organizzazione Federica Furlanis


 

Prima rappresentazione 5 settembre 2006, Teatro San Leonardo, Bologna.
Il primo studio dello spettacolo viene presentato il 1 aprile 2005 nella Ferriera Cà d’Alessio a Porretta Terme (Bo).

 

 

Le ferriere di Efesto racconta la storia di due fabbri. Il primo si chiama Efesto ed era il fabbro degli dei; il secondo si chiama Ivo Lenzi ed è un artigiano che ha lavorato nella ferriera Ca’ D’Alessio di Porretta Terme (Bo). Nella Ferriera, edificio di archeologia industriale risalente ai primi anni del Novecento, si è tenuto un primo studio dello spettacolo a partire dall’incontro con Ivo Lenzi e dai suoi racconti di lavoro.

Lo spettacolo, nato in ferriera, arriva al palcoscenico con i versi dell’Iliade interpretati dalla voce inimitabile di Alfredo Provenzali, noto radiocronista di Tutto il calcio minuto per minuto. Il lavoro del fabbro e i racconti mitologici sono evocati sul palcoscenico da una scenografia in ferro su cui si riflettono immagini girate nella Ferriera, unite ad altre che rimandano alle armature forgiate da Efesto per gli eroi dell’Iliade.

Nella mitologia greca la forza degli Dei veniva tradotta attraverso un preciso ideale estetico. 

Gli dei sono indifferenti, sublimi, composti al limite della perfezione.

Invece Efesto, il dio deforme, fu protagonista non bello né perfetto, quando la bellezza era anche valenza fisica e morale.

Lo spettacolo mostra il rapporto tra bellezza e fatica, tra la condizione umana e quella divina così chiaramente espressa nel mito di Efesto: il dio brutto che sapeva creare le forme più belle.

In scena:

– una bambina con una palla da calcio 
– un fabbro
– due ninfe
– la vicenda mitica di Efesto
– la testimonianza di Ivo Lenzi
– il racconto di un’arte antica 

Tags: bambini, infanzia, Efesto, ferro, fabbro, Iliade, Ivo Lenzi, ferriera, CĂ  d'Alessio, Alfredo Provenzali, mitologia greca, armature

logo-DOM